Privacy Policy

Il Recap delle semifinali al Playground delle Piscine SGP

by • 8 luglio 2018 • Playground, TimeOutComments (0)513

PLAYGROUND DELLE PISCINE SGP IV EDIZIONE – semi-finali

 

Los pollos – Lo Zione e i nipotini: 44 -70

Los Pollos: Rinaldi 18 pt. (3/8, 4/8), Govoni 21 pt. (3/7, 5/9), Ansaloni 5 pt. (1/5, 1/4), Cortese 0 pt. (0/3, 0/3)

Lo zione e i nipotini: Parmeggiani S.16 pt. (8/13, 0/3), Galli 18 pt. (3/7, 4/7), Chiusoli 20 pt. (7/11, 2/5), Zani 16 pt. (5/7, 2/5)

 

Nella prima delle due semifinali del Playground delle piscine 2018, si scontrano i più conosciuti lo zione e i nipotini contro i ‘nuovi’ Los Pollos. Entrambe le formazione non hanno tradito le attese e si trovano meritatamente tra le migliori 4 del torneo. Fin dal primo possesso l’intensità di gioco è altissima: galli è immarcabile e segna subito 8 pt. e Parmeggiani spinge forte sotto le plance. Sugli scudi per i Los pollos rispondono il solito Rinaldi (8 pt.) e il giovane Govoni (7 pt.) che realizzano un’ottimo 3/3 dalla lunga distanza riuscendo così a ribaltare il primo parziale a favore degli avversari. A ripristinare però lo svantaggio iniziale dei Lo zione e i nipotini ci pensa uno scatenato Zani (entrato al posto di Parmeggiani) che in 3’ di gioco riesce a mettere a segno canestri importanti da ogni posizione (8 pt.), terminando così la prima frazione di gara sul punteggio di 36-28 per i suoi.

Le due squadre rientrano in campo più agguerrite che mai, ma è ancora Zani che continua il personale show superando in un men che non si dica la doppia cifra (saranno 16 pt. finali per lui). Il parziale di 15-4 è devastante e la difesa dei Los Pollos non riesce più a reggere l’onda d’urto di Parmeggiani e compagni. La poca precisione al tiro e la stanchezza condannano ad una resa anticipata i Los Pollos. Lo zione e i nipotini passano così in finale e affronteranno lunedì sera la vincente di gara 2 tra i Fili d’erba e i Beijing Dragons. Nonostante l’assenza del top scorer Baccilieri, i Los pollos non sfigurano davanti alla corazzata dei dragoni e sono allo stesso tempo pronti per conquistare la cosidetta ‘finalina’ per aggiudicarsi il 3°-4° posto.

 

Fili d’erba – Beijing Dragons 26-55

Fili d’erba: Papotti 10 pt. (2/10, 2/7), Guido 0 (0/6, 0/4), Moruzzi 8 pt. (4/11, 0/2), Gravinese 8 pt. (4/10, 0/2), Zappoli 0 (0/3)

Beijing dragons: Gobbi 16 pt. (2/7, 4/8), Parmeggiani 22 pt. (8/12, 2/5), Pederzini 17 pt. (7/13, 1/4)

 

Anche la seconda semifinale riserva grandi emozioni in campo con le due formazioni consapevoli che una vittoria li porterebbe in finale contro lo Zione e i nipotini. Entrambe le squadre si rinforzano portando, per la partita più decisiva del loro percorso una new entry: Zappoli per i Fili d’erba e Pederzini per i Beijing dragons. Gobbi e compagni partono con l’acceleratore e riescono fin da subito a trovare facili canestri: Pederzini agguanta ogni rimbalzo e conclude con facili tap-in, ma a fare la voce grossa per il team è Parmeggiani F. Reduce da una regular season da vero protagonista, il classe ’96 si riscatta con un fantastico 90% dal campo nei primi 15’ di gioco, segnando la bellezza di 16 pt. Per i Fili d’erba è difficile contrastare la fisicità degli avversari e cercano di affidarsi solo alle doti di tiratore di Papotti. Alla fine saranno 10 i suoi punti complessivi, top scorer del suo team.

Forti del vantaggio accumulato i Beijing Dragons incominciano a scavare un solco profondissimo (- 23) sugli avversari sul finire del primo tempo di gioco. La ripresa non ha più nulla da dire sul risultato se non evidenziare la grande verve offensiva di Parmeggiani F. e Pederzini e dell’intensissimo agonismo di Gobbi, che, oltre ai 16 pt. personali, conquista 9 rimbalzi e mette a referto 5 stoppate (tutte sul malcapitato Guido). I Beijing non risentono dell’assenza importante di De Ruvo e grazie ad un’ottima prestazione di squadra, accedono alla finalissima. Pronostico quindi rispettato, ma onore ai Fili d’erba per essere arrivati fin qui. Gravinese e compagni affronteranno quindi nella ‘finalina’ i già sconfitti Los Pollos, in una partita che si prospetta combattutissima.

 

 

Luca Chendi

Matteo Cremonini

foto: PlaygroundSGP & Andrea Sperindio

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy