Cookie Policy

REGGIANA VINCE SU BRINDISI COL CUORE E COL CARATTERE DOPO UN PRIMO QUARTO DISASTROSO (-23)

by • 20 Maggio 2015 • Pallacanestro Reggiana, TimeOutComments (0)943

 

Campionato di Pallacanestro Maschile Serie A Quarti Playoff Gara 1

Grissin Bon Reggio Emilia – Enel Brindisi 78-76

 

 

I tabellini

Reggio: Mussini, Chikoko 4, Polonara 9, Lavrinovic 18, Della Valle 13, Pini ne, Kaukenas 10, Cervi 6, Silins 2, Diener 5, Cinciarini 11. Allenatore Menetti.

Brindisi: Pullen 16, Harper 2, James 12, Bulleri, Cournooh 18, Di Salvatore ne, Denmon 4, Morciano ne, Zerini 5, Turner 5, Mays 10, Eric 4. Allenatore Bucchi.

Parziali: 7-30; 25-20; 23-15; 23-11

Arbitri: Lanzarini, Vicino, Quarta.

 

 

iemmiQuando il gioco si fa duro, i duri incominciano a giocare.

Deve aversi augurato due cose Coach Menetti a fine primo quarto , quanto la sua squadra era sotto 7-30 in  gara 1 dei quarti play-off contro l’Enel Brindisi: la prima che il detto, molto cinematografico quanto romantico, fosse vero e la seconda che i suoi ragazzi dei duri lo fossero veramente.

Fatto è che , al termine di una partita che ha letteralmente fatto disperare ed innamorare ulteriormente il folto ed esigente pubblico reggiano, il tabellone ha sancito la vittoria  della Grissin Bon, padrone di casa e favorita, che si porta avanti 1-0 nella serie e mantiene, ancora una volta, il suo fortino di Via Guasco inespugnato.

Pronti – via e l’inizio è appunto di quelli traumatici: i Brindisini escono dal riscaldamento con una ferocia e una determinazione che fa disperare i presenti al PalaBigi  unitamente ad una precisione al tiro a dir poco disarmante. Mays, Pullen e James sono pressochè infallibili e la Grissin Bon riesce a realizzare la miseria di 4 punti in 8 minuti (Chikoko ben innescato da Cinciarini prima e Kaukenas poi).  Quando a due minuti da fine quarto Lavrinovic (che sarà , con Della Valla, uno dei due Duri che decideranno la partita) cerca di svegliare i suoi con una bomba il tabellone è però ancora impietoso. Il resto lo fanno, ancora , James , Pullen e Delroy per il 7-30 vantaggio esterno al primo mini-break.Kaukenas da 2

La reazione dei padroni di casa tarda ad arrivare, ma qualche segnale lo dà capitan Cinciarini che prova per lo meno a scuotere emotivamente i suoi. Le mani dei Brindisini però sono caldissime e a turno il canestro fine perforato da Cournooh , Zerini e Harper.  La truppa di Menetti è in alto mare e dopo 15’ giocati è sotto 14/37. Ancora uno splendido Lavrinovic (che tiene sù da solo la baracca) e Della Valle rispondo agli ospiti e si va alla pausa lunga con un passivo di “soli” 18 punti per la Grissin Bon.

Alla ripresa del gioco i padroni di casa iniziano decisamente  con un’altra  faccia rispetto ad inizio partita: Kaukenas da 3, Cervi e Polonara realizzano il primo vero break- reggiano.  L’Enel dell’ottimo coach Bucci è dura a morire e non abbassa per nulla la sua ferocia agonistica con Pullen e Cournooh: si va così al gong del terzo quarto sul 55-65 vantaggio esterno, con i reggiani che riescono a recuperare 8 punti.

Nell’ultima frazione la Grissin Bon ha decisamente una faccia ben diversa da quella di inizio partita e grazie all’esuberanza di Della Valle e all’esperienza di Lavrinovic unita ad un Cervi recuperato (ottimo in difesa) i locali riescono a recupera l’ulteriore gap per arrivare al primo pari della partita  di Kaukenas sul 70 a 70. Ancora Della Valla realizza la bomba del primo vantaggio e successivamente Cervi il canestro del + 4. Si va così alla roulette dei tiri liberi dove  la precisione di reggiani e pari a quella  dei Brindisini, che vedono infrangere i loro sogni su un tiro di poco lungo di Pullen a pochi secondi dalla gong finale: la Grissin Bon vince 78-76 resuscitando, dopo essere quasi morta.

Gara 2 Giovedi 21 sempre al PalaBigi: crediamo che Menetti si auguri che i suoi duri continuino a giocare…

Mvp:  Lavrinovic

 

 

Fabio Francia

immagini concretamentesassuolo.it e Davide Iemmi

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy