Privacy Policy

Reynolds è super: Virtus fuori dai playoff!

by • 9 maggio 2018 • evidenza, TimeOut, Virtus BolognaComments (0)307

Serie A PosteMobile – 30^ giornata

Grissin Bon Reggio Emilia – Virtus Segafredo Bologna 104-99

I tabellini 

Virtus: Gentile A. 20, Jurkatamm, Pajola, Baldi Rossi 11, Ndoja 7, Lafayette 32, Aradori 15, Gentile S. 7, Lawson 2, Slaughter 5, Wilson, coach Ramagli

Reggio: Bonacini, Della Valle 6, Candi 2, White 13, Reynold 36, Markoishvili 16, Wright 8, Cipolla, Dellosto, Llompart 9, De Vito 14, all. Menetti.

Parziali: 25-15, 25-16, 27-32, 27-36

 

LA CRONACA

La Virtus segna il primo canestro della gara con l’ex-della partita Pietro Aradori. Reggiana non troppo precisa in questo avvio sotto canestro. La Grissin Bon riesce a mettere il naso davanti grazie al tiro dalla lunga distanza di Della Valle e i contropiedi di Wright. La Virtus perde troppi palloni in attacco con qualche tiro forzato di Ale Gentile che innescano i contropiedi avversari. Primo parziale di 14-7 e time out Ramagli. Reggio Emilia corre con grande intensità in transizione non permettendo alla difesa bianconera di schierarsi in tempo. Ritmi estremamente alti e poca pulizia di letture e tattica da una parte e l’altra. La Segafredo continua ad attaccare male facendo girare poco la palla e subendo tantissimo Reynolds nel pitturato. La Virtus va al primo riposo sotto di 10 lunghezze, 25-15, per colpa di un approccio alla gara decisamente poco ragionato, soprattutto offensivamente.

 

Al rientro in campo la situazione rimane pressoché invariata, la Segafredo continua a faticare molto contro la zona di Menetti non trovando adeguate soluzioni da dentro la linea da 3. La Grissin Bon invece muove molto bene la difesa Virtussina mettendo a segno la tripla con De Vico. La Segafredo continua a perdere palla in attacco e viene punita dalla bomba di Markoshvili, nuovo minuto Ramagli che non riesce a trovare le chiavi della difesa reggiana. Ale Gentile prova a caricarsi in spalla la squadra: risultato sono palla persa e bomba in contropiede di Llompard. Buio totale Virtus e +18 Reggio Emilia. Abissale differenza di qualità nel gioco offensivo, la Grissin Bon muove bene palla, la Virtus riesce a non crollare solo grazie a qualche canestro personale di Ale Gentile e Aradori. Nonostante l’antisportivo commesso da Stefano Gentile con un mini-parziale la Virtus riesce a riportarsi a -15, anche se a pochi secondi dalla fine del secondo periodo Slaughter commette il terzo fallo ed è costretto a tornare in panchina. Finisce 50-31 un primo tempo in cui la Virtus non è pervenuto.

 

La Virtus rientra in campo con un atteggiamento difensivo completamente diverso, recuperando palloni ma sprecando ancora troppo sotto il ferro. Parzialino 6-0 Segafredo firmato con due triple di Lafayette a cui segue una bella palla recuperata di Ale Gentile: la Virtus batte un colpo e Menetti chiama minuto. Si alza esponenzialmente il livello dell’intensità difensiva bianconera: due recuperi consecutivi suggellati dalla tripla di Baldi Rossi riportano i bianconeri a -10 dopo tantissimo tempo. Tilt assoluto della Grissin Bon con un Lafayette indemoniato in difesa e Ale Gentile che pare un altro giocatore rispetto al primo periodo. Ferma il break la Grissin Bon con qualche fondamentale tiro libero. Spaventoso Lagfayette che continua a segnare come una macchinetta dalla lunga distanza, dopo un primo tempo in cui sembrava un giocatore fantasma. Brutto colpo subito dalla Virtus con alley-up meraviglioso tra Markoshvili e Reynolds e successivo fallo tecnico per proteste comminato ad Ale Gentile. La Grissin Bon riesce a ritrovare un po’ di morale e grazie ad un incontenibile Reynolds riesce a tornare sul +14 (77-63).

 

La Segafredo ricomincia con i problemi difensivi su un Reynolds incontenibile e un De Vico altrettanto incontenibile dall’arco. La Virtus rimane attaccata alla gara grazie alle triple di Lafayette e Aradori a cui risponde Markoshvili dalla lunga distanza. Lafayette continua a segnare da ogni posizione riportando la Virtus sul -9, Reggio risponde grazie ai rimbalzi offensivi, mantenendo sempre 10 punti di sicurezza di distanza. La difesa Segafredo non riesce a stringere la maglie a sufficienza e la Virtus segna ma continua a subire. Minuto di Ramagli a 1’ 35’’ dalla fine per provare gli ultimi disperati tentativi. Nonostante la tripla di Stefano Gentile la Virtus prova a recuperare il distacco con i falli sistematici, inutilmente alla fine però.

La Grissin Bon sconfigge la Virtus 104 – 99. Bianconeri che così non accedono ai playoff, l’obiettivo stagionale dichiarato.

 

Matteo Cremonini

 

foto: Pallacanestro Reggiana

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy