Cookie Policy

Rose&Crown Villanova Tigers – Derby da infarto, vittoria Tigers con una rimonta incredibile

by • 20 Maggio 2019 • Promozione, TimeOutComments (0)58

Promozione – Playoff – Semifinali E-F – Gara1

Rose & Crown Villanova Tigers – ABC Santarcangelo 54-52

(12-19; 17-35; 36-43)

 

Tigers: Bronzetti, Di Giacomo, Panzeri 16, Rossi M. 5, Buo A. 2, Ambrassa 7, Semprini 4, Guiducci T. 2, Rossi A. ne, Serpieri 10, Saccani 8, Bollini. All. Rustignoli.

Santarcangelo: Carasso 1, Mussoni Mi. 7, Rossi, Chiari 8, Zaghini, Bugli 1, Vandi 11, Guziur 7, Mussoni Ma. 11, Dellarosa ne, Tomasi 6, Albertazzi ne. All. Badioli.

Arbitri: Cieri e Grassia

 

Una partita da infarto: così può essere definita gara1 delle semifinali playoff tra Rose & Crown Villanova Tigers e ABC Santarcangelo, vinta dai padroni di casa per 54-52.

Nel derby della Valmarecchia, davanti a 400 persone, va in scena una gara pazzesca, per andamento e colpi di scena. L’inizio di partita vede subito partire forti i clementini: un paio di entrate di Chiari, ma soprattutto i canestri dei fratelli Mussoni portano subito avanti gli ospiti che si portano sul 4-12 già dopo pochi minuti. La partita si mette subito pericolosamente in salita per i Tigers, che con Serpieri e le bombe di Panzeri riescono a contenere i danni alla prima sirena (12-19).

Nel secondo quarto, è ancora Santarcangelo a comandare: le entrate di Tomasi e le triple di Vandi scavano il solco, ma soprattutto è nella metà campo difensiva che i gialloblu spostano gli equilibri, chiudendo il canestro alle Tigri di casa, che si disuniscono e finiscono per scarabocchiare e sbagliare tutto lo sbagliabile. Il passivo, così, si fa pesante e il 17-35 dell’intervallo profuma di partita compromessa.

Al rientro dagli spogliatoi, però, qualcosa cambia: il volume difensivo (ma anche quello dei decibel di un palazzetto incandescente) sale e, sempre sull’asse Serpieri-Panzeri, i padroni di casa si portano subito sul -10. Michael Mussoni e Guziur provano a contenere l’onda con un paio di canestri importanti, ma dall’altra parte Saccani dalla lunetta e Rossi riportano il distacco al di sotto della doppia cifra.

Ormai l’inerzia è cambiata e il quarto prosegue sotto la luna Tigers: Semprini, dalla lunetta, fa 2/2 completando l’8-0 di parziale che vale il sorpasso sul 44-43 al minuto 36, ma pronta arriva la risposta di Vandi, che scaglia il siluro della speranza. Il fiume, però, ha rotto gli argini e la fiumana non si ferma: Panzeri dall’arco, poi un’entrata di Buo e lo step back di Ambrassa tengono sempre avanti i padroni di casa, nonostante il disperato tentativo di resistere degli ospiti. Nel finale, quindi, la decidono i liberi: Ambrassa fa percorso netto, Carasso no, così Saccani può firmare il +3 a 3” dal gong. Mattia Mussoni va in lunetta per accorciare: segna il primo, sbaglia il secondo per provare a prendere il rimbalzo dell’overtime. E’ Saccani, però, il più lesto a strappare la carambola, consegnando così una preziosissima vittoria ai suoi.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy