Cookie Policy

Safari Honeymoon – Jesse Jacobs (Eris Edizioni nel 2015)

by • 5 Agosto 2016 • ConcretaBook, evidenza, newsComments (0)1454

safari honeymoon 1Quale destinazione migliore, per una luna di miele, di un safari nella natura incontaminata? Magari accompagnati dall’occhio esperto di una guida capace di tenervi al sicuro e, al contempo, donarvi quei comfort e quelle delizie culinarie che non vi facciano scordare che, alla fin fine, siete pur sempre turisti evoluti, facoltosi e civilizzati?

In Safari Honeymoon, Jesse Jacobs racconta appunto la luna di miele di due benestanti novelli sposi: uno strambo safari in una giungla extraterrestre, ostile e (magari proprio per questo) affascinante. Vegetazione incontrastata, sporadiche distorsioni temporali e fauna mai vista sul nostro pianeta affollano le tavole di questo fumetto dal gusto irresistibile. La neo coppia scoprirà presto quanto sia fuori posto in quel mondo così lontano dalla civilizzazione cui è abituata, fatta di compagnie di viaggio e polizze assicurative.

Nelle 80 pagine che compongono il volume, portato in Italia nel 2015 da Eris Edizioni, Jacobs si lascia andare alla fantasia senza porre freni alla propria immaginazione. Il lettore (così come i colpevolmente ignari protagonisti della vicenda) viene sballottato in un mondo cangiante, arcaico, dove spesso la percezione è falsata da preconcetti portati da casa. D’altro canto “le associazioni mentali prestabilite sono inadeguate”, dice l’albero saggio verso la fine della storia.

safari honeymoon 2Ed è esattamente questo lo spirito con cui approcciare la lettura di Safari Honeymoon: rinunciare ad ogni associazione mentale prestabilita e lasciarsi trasportare dal mare di possibilità offerte da una natura sempre sorprendente, in cui ogni cosa può succedere, senza soffermarsi sui perché.

L’autore dipinge un viaggio evoluzionistico al contrario, dalle comode sovrastrutture della società moderna alla brutale franchezza di quello che potremmo definire “stato naturale primordiale”, lasciandosi andare a un certo (gustosissimo) umorismo di fondo che talvolta assume quasi i toni di una velata critica sociale all’uomo contemporaneo e alla sua artefatta fascinazione per l’idealizzato mondo incontaminato.

Il volume si presenta in una personalissima bicromia in cui il verde la fa da padrone; un verde piatto solcato da linee bianche e nere, una palette cromatica affascinante e straniante che nulla ha a che fare con il colore dell’erba che tappezza i nostri giardini ordinari.

safari honeymoon 3Il mondo di Safari Honeymoon, d’altro canto, non è per nulla ordinario: la costruzione delle tavole, solcate da una griglia apparentemente rigorosa, un certo gusto undergound (sardonico ma per nulla oscuro) nel tratto e nella narrazione, la disposizione di tratteggi opposta al lineare candore delle figure umane, l’accurata disposizione geometrica di alcune formazioni naturali… Tutto ciò non fa che contribuire al racconto di un mondo bellissimo proprio per il suo essere così diverso da quello che conosciamo. Un mondo che sarebbe potuto essere, magari che altrove è. Di certo non qui.

Jsafari honeymoon 6esse Jacobs, autore fin troppo poco tradotto nel nostro paese (Safari Honeymoon è la sua prima opera ad arrivare in Italia), imbastisce in una manciata di pagine un racconto di viaggio misto a digressione onirica mista a divertissement fantastico al quale è semplicemente impossibile resistere: in questo breve ma intenso volume c’è troppa giustapposizione di follia e rigore, di cinismo e sense of wonder, di realtà e fantasia per non restare a bocca aperta, affascinati. Eris, editore coraggiosissimo che sta proponendoci negli ultimi tempi delle letture imperdibili (dalle opere di De Crecy a quelle di Caligaris passando appunto per Jacobs), ce lo propone in un bell’albo dal prezzo di copertina modestissimo (10 euro). Non male per un trip di questo livello.

Matteo Gaspari

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy