Privacy Policy
Iachini Sassuolo Benevento

Sassuolo-Benevento 2-2, le parole di Iachini e De Zerbi nel post-partita

by • 15 aprile 2018 • ConcretaCalcio, evidenza, NeroVerde, news, U.S. SassuoloComments (0)297

 

Al termine di Sassuolo-Benevento sono intervenuti nella sala stampa del Mapei Stadium gli allenatori delle due squadre, per commentare il match concluso sul punteggio 2-2. Queste le loro parole.

 

Giuseppe Iachini: “Siamo partiti bene, creando i presupposti per passare in vantaggio con qualche chance, che però non abbiamo sfruttato. A metà tempo, poi, c’è stata una sbavatura in mezzo al campo e lì è nato il primo gol di Diabaté. Ne è seguito un momento in cui non riuscivamo più ad aggredirli alti, ma nonostante ciò abbiamo continuato a fare le nostre cose, riuscendo a trovare il gol del pari e ad andare all’intervallo sull’1-1. Nella ripresa siamo rientrati in campo con l’atteggiamento di inizio gara e, dopo aver forzato ulteriormente con l’inserimento di un terzo attaccante, è arrivato il secondo gol di Politano. Sembrava che stesse andando tutto nel verso giusto, poi abbiamo commesso un errore su quella palla laterale che ci è costato caro: dovevamo essere più attenti. Così come sarebbe servita più lucidità negli ultimi passaggi e nelle ultime verticalizzazioni.

E’ un peccato, perché volevamo vincere. Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, contro un avversario che nel mercato di gennaio ha cambiato diversi uomini, aggiungendo al proprio organico giocatori forti e di qualità. Il nostro modulo? Stiamo lavorando su un atteggiamento tattico sul quale abbiamo ancora margini di miglioramento: è una strada che, in virtù delle caratteristiche dei singoli, dobbiamo continuare a percorrere. I giovani? Ne avevamo in campo diversi, che hanno fatto una gara discreta. Ora dobbiamo guardare avanti e continuare a lavorare”.

 

Roberto De Zerbi: “Affrontavamo un Sassuolo in salute, che ha messo in difficoltà sia il Napoli che il Milan. Torniamo a casa con un punto e per questo c’è un pizzico di soddisfazione, visto che lontano da Benevento non eravamo mai riusciti a far risultato. Però, allo stesso tempo, c’è un po’ di rammarico perché potevamo prenderne tre, visto che oggi, come altre volte, abbiamo creato più occasioni rispetto a quelle che abbiamo subito: spesso arriviamo vicini alla porta, ma ci serve più convinzione per concretizzare. Questa è una stagione nata non benissimo: ho già detto che mi piacerebbe ripartire da metà luglio con questa squadra, perché intravedo valori e qualità nei singoli, al di là degli aspetti tecnico-tattici.

Diabaté? E’ un attaccante che non è da ultime posizioni di classifica, in area è un fuoriclasse: le sue qualità sono quelle di cecchino negli ultimi metri e più stiamo là davanti, più lo esaltiamo. La palla persa da Iemmello nel secondo gol subito? La responsabilità è mia, perché voglio sempre che la squadra giochi: se esci tante volta palla a terra, qualche volta volta puoi sbagliare, e quando sbagli ti devi assumere la responsabilità. Quello che vorrei facessimo con più ‘cattiveria’ sono i passaggi generalmente facili, che facciamo con troppa superficialità: invece è proprio il passaggio facile quello che fa sì che lo sviluppo sia più fluido”.

 

 

Riccardo Corradini

 

 

Foto: concretamentesassuolo.it

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy