Cookie Policy
De Zerbi

Sassuolo, De Zerbi: “Si è sofferto con un’Atalanta forte. Europa? Difficile”

by • 29 Dicembre 2018 • ConcretaCalcio, evidenza, NeroVerde, news, U.S. SassuoloComments (0)35

“ABBIAMO SOFFERTO contro una squadra forte, in salute, che quando sta bene mette in difficoltà tutti. Nononostante la sofferenza, abbiamo comunque avuto due palle-gol nel primo tempo con Matri e nella ripresa, quando siamo entrati in campo con più determinazione, abbiamo sfiorato il 2-2 con Rogerio e poi il 3-3 con Di Francesco. Non dico questo per togliere i nostri demeriti e i meriti dell’Atalanta, che rimangono: però c’è da dire anche questo. Mi danno fastidio gli ultimi due gol, subiti nel finale: il 2-6 è un punteggio molto pesante”. Roberto De Zerbi è, come giusto che sia, rammaricato dopo la sonora sconfitta rimediata al Mapei Stadium. Alla domanda sull’obiettivo Europa, il tecnico neroverde risponde così: “Io sono sempre ambizioso, però anche nei momenti in cui occupavamo le zone alte della classifica non mi sono mai esaltato: tenere per 38 partite il passo delle prime è difficile, sia dal punto di vista fisico che da quello della qualità. E’ giusto saper riconoscere i valori degli avversari”.

ORGOGLIO – “Io – continua il mister – sono orgoglioso di essere l’allenatore del Sassuolo. Per due motivi: riconosco lo spessore umano delle persone che compongono questa società e, allo stesso tempo, sono fiero di allenare il gruppo di giocatori che ho a disposizione. Oggi non abbiamo fatto una bella figura, ma da parte loro l’impegno non è mancato”. Sui singoli: “Berardi? E’ stato meno brillante rispetto alle ultime partite, dove era stato molto positivo: probabilmente ha inciso la stanchezza causata dai tanti impegni ravvicinati. Di Francesco? Per lui penso che sia più che altro una questione mentale: deve rischiare, avere coraggio e convinzione in sé stesso, può fare molto di più. Marlon? Il motivo della sua uscita dal campo è un probabile stiramento”.

GASP – Queste, infine, le dichiarazioni del coach atalantino Gian Piero Gasperini: “Se vogliamo andare a trovare il pelo nell’uovo dopo una partita come quella di oggi, dico che dobbiamo migliorare nella gestione del risultato. In una gara dominata, abbiamo corso il rischio di farci agganciare nel punteggio: è stato bravo il nostro portiere Berisha. Nel complesso, però, ovviamente sono molto contento: il primo tempo è stato a senso unico e nella ripresa davamo costantemente l’impressione di essere pericolosi. Dopo un avvio di campionato difficile, essere a 28 punti al giro di boa è una bella quota. Sappiamo che, se vogliamo andare in Europa, nel ritorno dobbiamo fare molto di più. Quest’anno sarà ancora più dura, però ci è rimasta la voglia dopo i preliminari persi ai rigori: faremo il massimo, anche per i nostri tifosi”.

Riccardo Corradini

 

Foto: concretamentesassuolo.it

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy