Cookie Policy
De Zerbi

Sassuolo, De Zerbi: “Col Catania c’è chi mi ha dato buone risposte e chi no”

by • 5 dicembre 2018 • ConcretaCalcio, evidenza, NeroVerde, news, U.S. SassuoloComments (0)29

“IL CALCIO è una selezione naturale, dove il campo è il giudice. Tra coloro che finora avevano giocato poco, c’è chi mi ha dato risposte positive sotto tutti i punti di vista e sarà preso in considerazione già da subito. Alcuni, invece, sono un po’ più indietro e per inserirli dovremo aspettare ancora un po’ perché al momento non sono in grado di giocare”. Non usa mezzi termini o giri di parole, Roberto De Zerbi, per rispondere a chi in sala stampa gli chiedeva se fosse soddisfatto della prova di chi, sin qui, ha trovato poco spazio.

In merito alla sfida col Catania, vinta per 2-1, il tecnico neroverde afferma: “Queste sono partite nelle quali si ha tutto da perdere e poco da guadagnare. Abbiamo sofferto un po’ troppo, anche aspettavo di trovare le difficoltà alle quali siamo andati incontro: è difficile, per chi non ha molti minuti nelle gambe, avere il ritmo giusto e poi, come avevo detto nella conferenza pre-gara, nel calcio attuale un gap di due categorie conta poco se non si è ugualmente concentrati o se si ha un differente stato di forma. Il Catania è una squadra che ha la giusta mentalità, abituata a vincere e allenata da un bravo allenatore”.

Due parole, infine, sui singoli: “Matri? I più giovani dovrebbero prenderlo da esempio, per come si allena e per come si fa trovare pronto: so che, se lo chiamo, lui risponde presente. Locatelli? E’ un giocatore forte, voluto da me in primis e anche dalla società. Finchè io sarò a Sassuolo, lui starà qui. Può e deve fare molto meglio rispetto a quanto fatto finora: non deve fare l’errore di accontentarsi, dipende tutto da lui”.

Questo, invece, il commento di Andrea Sottil, allenatore degli ospiti: “Sono molto dispiaciuto per i miei ragazzi: hanno fatto una grandissima partita e si meritavano un risultato diverso. Siamo venuti qui con i nostri principi e la nostra mentalità, con l’obiettivo di passare il turno nonostante l’avversario fosse superiore di due categorie. De Zerbi? Con lui, proprio al Catania, ho condiviso un’annata magica nella quale abbiamo ottenuto la promozione in Serie A. Lo stimo anche per il suo percorso da allenatore, e lui lo sa: sta dimostrando grandi qualità e grandi idee di gioco”.

 

Riccardo Corradini

 

 

Foto: sassuolocalcio.it

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy