Cookie Policy
DiFra futuro

Sassuolo, DiFra: “Domani vedrò Squinzi. Entro lunedì la scelta sul futuro”

by • 26 Maggio 2017 • ConcretaCalcio, NeroVerde, U.S. SassuoloComments (0)681

 

Ancora non sappiamo con certezza se quella tenuta oggi pomeriggio nella sala conferenze del ‘Ricci’ sia stata, oppure no, l’ultima conferenza stampa di Eusebio Di Francesco da allenatore del Sassuolo. Manca comunque davvero poco tempo per scoprire cosa accadrà nel futuro prossimo e, quindi, per sapere la panchina sulla quale il tecnico abruzzese siederà nella prossima stagione. “Io sto ponderando il mio futuro con grandissima attenzione – spiega il mister –, riflettendo su tutti quelli che sono i punti cardine di una certa scelta. Domani incontrerò la proprietà e credo che tra la giornata di sabato e quella di lunedì prenderemo insieme una decisione”.

E proprio l’incontro di domani con Giorgio Squinzi, in programma presso il convegno ‘Mapei day’ a Varese, è il motivo per il quale la classica conferenza pre-partita è stata anticipata di un giorno. “Anche in base a quello che ci diremo – prosegue il tecnico – faremo determinate scelte, che vanno al di là delle possibilità che ho io in questo momento. Con il patron vorrei fare una bellissima chiacchierata, aperta a tutti i discorsi”.

Di Francesco, tuttavia, ci tiene a non perdere di vista il focus sull’ultima gara stagionale, in programma domenica sera (20.45) allo stadio ‘Olimpico’ di Torino, contro i granata di Mihajlovic: “Dobbiamo essere bravi a rimanere concentrati su questa partita e a non pensare a tutte le cose che ci sono attorno, me compreso. Questo match ci potrebbe permettere di passare nella parte sinistra della classifica: credo che per Sassuolo e per tutti noi possa essere qualcosa di importante, visto com’è andato il campionato, specialmente nel girone d’andata. In questi anni, mentre nelle fasi intermedie del campionato abbiamo avuto qualche difficoltà in più, nei finali di stagione siamo sempre cresciuti: dal punto di vista della preparazione e del lavoro, rispetto magari a tante squadre che fisicamente hanno un calo, noi verso la fine andiamo sempre in crescendo, raccogliendo buoni risultati, e di questo sono contento”.

“La squadra – continua il mister – ha una condizione fisica ottima. Ritengo che sia giusto finire benissimo questo campionato, proseguendo su questa strada: io avevo chiesto di chiudere con otto risultati utili consecutivi e mi auguro che domenica arrivi l’ottavo. Formazione? Sicuramente in porta giocherà Pegolo dal primo minuto, poi cambierò tre o quattro elementi rispetto alla gara di domenica scorsa. Saranno a disposizione sia Pellegrini che Mazzitelli, mentre devo valutare Consigli, che è febbricitante, e Acerbi, che non è al meglio”. Di Francesco ci tiene anche a spendere due parole per la squadra femminile del Sassuolo: “Ieri abbiamo avuto l’allenamento congiunto con le ragazze, per festeggiare la loro promozione in serie A: faccio loro i complimenti”.

Il tecnico neroverde si sofferma, poi, su un aspetto che sicuramente terrà banco nelle prossime settimane, ovvero quello dei rinnovi contrattuali per i calciatori in scadenza a giugno: “Quando si parla di riaprire un ciclo, credo che qui ci siano giocatori che, anche se in questo momento non c’è ancora stato il rinnovo, hanno il Sassuolo nel dna e ritengo che sia giusto, specialmente nel mondo del calcio dove spesso si perdono l’identità e il senso di appartenenza, ripartire da loro: credo che ci siano giocatori determinanti anche per portare avanti la costruzione futura di questa squadra, al di là del fatto che ci sia ancora io oppure un altro allenatore”.

Infine, anche se non si sa ancora con certezza il futuro, a chi gli chiede quali siano state le date più significative dei suoi cinque anni alla guida del Sassuolo, Di Francesco risponde così: “Se c’è una data da ricordare su tutte, è il 18 maggio 2013, il giorno della promozione in serie A: io la metto al primo posto perché non vorrei mai dimenticare da dove siamo partiti. Poi, subito dietro, indico il momento in cui abbiamo raggiunto la possibilità di giocare in Europa, che era il sogno di tutti”.

 

Riccardo Corradini

 

Foto: concretamentesassuolo.it

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy