Cookie Policy

Sconfitta sul filo di lana per il Bologna Basket 2016

by • 11 Febbraio 2019 • Serie C Gold, TimeOutComments (0)31

Serie C Gold

BSL San Lazzaro – Bologna Basket 2016: 84-83

(14-25; 38-43; 64-59)

 

BSL San Lazzaro: Lolli 10, Riguzzi 22, Degli Esposti Castori 6, Fabbri 9, Governatori 6,
Pederzini 8, Bertuzzi, Cempini 16, Bonaiuti 7, Corradini. All. Bettazzi.

BB2016: De Pascale 2, Poluzzi ne, Mazzocchi 3, Polverelli 4, Cortesi 22, Guerri 3, Fin 19,
Fontecchio 22, Tugnoli 2, Folli 6, Bartolini ne. All. Lolli.

 

La BSL San Lazzaro si conferma la bestia nera del Bologna Basket 2016 e vince di misura il
derby tra le mura amiche, con un epilogo amarissimo per i rossoblù. A 30” dalla fine, infatti,
sull’83 pari e palla in mano, Fin si palleggia su un piede – anche se pare esserci stato anche
un tocco di Buonaiuti – e nell’azione successiva Cempini viene mandato in lunetta. Il centro
sanlazzarese mette il primo e sbaglia il secondo. Sul rimbalzo ‘coast to coast’ di Fontecchio
che in entrata subisce fallo a 2” secondi scarsi dalla fine, ma dalla lunetta fa 0 su 2,
sanzionando così la sconfitta. E dire che nel primo quarto il BB 2016 si era trovato avanti
23-8 all’8’, con un gioco spumeggiante in attacco ed efficace in difesa. Da lì però,
inspiegabilmente, la squadra si spegneva poco a poco e la BSL rientrava e sorpassava
meritatamente, trascinata da un Riguzzi inarrestabile, coadiuvato da Cempini e da Bonaiuti
con due bombe nei momenti decisivi dell’ultima frazione. Certamente la mancanza di

giocatori fondamentali – in questo caso Poluzzi e Legnani, fermi ai box per infortunio –
oltretutto in un ruolo chiave come quello del playmaker, costituisce un handicap non
trascurabile. Inoltre va sottolineato che dall’inizio della stagione la squadra di Lolli non ha
quasi mai giocato con tutti i suoi effettivi al completo. Ma, al di là di queste attenuanti, il
problema del BB2016 pare essere che la squadra accenda e spenga in continuazione,
passando da momenti di basket produttivo e concentrato a periodi di latitanza sul campo,
con una difesa sempre in ritardo ed un attacco sterile. Spesso queste pause vengono risolte
dalle giocate di classe dei singoli, ma ieri non è bastato. Anche il passaggio dalla difesa a
uomo a zone pari o dispari tentato da Lolli, che altre volte aveva sparigliato le carte, non ha
dato il contributo sperato e non ha mai messo in seria difficoltà gli avversari.
Sui singoli solo Cortesi è sembrato sempre all’altezza del compito (22 punti con 5/7 da 3, 7
rimbalzi, 2 palle recuperate e 3 assist) e la sua uscita a pochi minuti dal termine per quinto
fallo ha sicuramente inciso negativamente sul risultato del match. Fin (19 punti) ha
funzionato solo a tratti e Fontecchio, pur con cifre pregevoli (doppia doppia con 22 punti
per 56% dal campo e 13 rimbalzi ed autore di un quarto quarto notevole), è apparso poco
concentrato nel resto del match e ha comunque macchiato la sua prestazione con i due
errori finali dalla ‘linea della carità’. Negativo anche il contributo della panchina e, più in
generale, insufficiente il 43% dal campo e soprattutto il 19/29 nei tiri liberi, dato che ha
segnato inequivocabilmente la partita.
Non resta dunque che voltare pagina e rimboccarsi le maniche in attesa del prossimo,
importante impegno casalingo con Fiorenzuola, una delle squadre più in forma del
campionato.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy