Cookie Policy

Segnali di vita per la Bondi ma non basta per sconfiggere Montegranaro

by • 31 Gennaio 2019 • Kleb Basket Ferrara, Serie A/2, TimeOutComments (0)43

Campionato di Pallacanestro Serie A2

Bondi Ferrara-XL Extralight Montegranaro 95-99

(22-19; 20-25; 26-28; 17-13; 10-14) OT

 

Tabellini

Ferrara: Conti ne, Swann 17, Petrolati ne, Fantoni 16, Ganeto 5, Molinaro 7, Mazzoleni ne, Barbon, Panni 15, Calò 4, Campbell 29, Liberati 2. All. Leka

Montegranaro: Treier ne, Testa 3, Mastellari 14, Simmons 14, Palermo 8, Petrovic 2, Negri 14, Corbett 27, Amoroso 11, Traini 6. All. Pancotto

Arbitri: Caruso, Patti, Triffiletti

 

19° giornata di campionato. 12 partite per salvarsi a partire dalla sfida infrasettimanale con Montegranaro. Per la Bondi ultime cartucce per tentare fino alla fine di salvare la categoria. Dopo la caduta a Piacenza e l’esonero di coach Bonacina si riparte con Spiro Leka in panchina a cui è stato affidato il non facile compito di tirare fuori Ferrara dalla zona critica della classifica.

Inizio forte della Bondi sulla metà campo difensiva che riesce a impensierire l’attacco degli ospiti nei primi minuti. Risolve Corbett con 5 punti in fila ma la risposta arriva poco dopo con Swann da tre e il tap in di Fantoni.

Gli ospiti provano subito a scappare via ma la forza di volontà dei giocatori di Ferrara gli consente di rimanere attaccati alla partita. Capitan Fantoni poi manda a bersaglio due liberi che consento alla Bondi di ridurre il margine a una lunghezza (11-12 al 8′).

Prima Palermo poi Negri segnano due canestri per allontanare i padroni di casa ma sempre Fantoni sotto canestro segna importanti punti e la Bondi continua a rimanere con il fiato sul collo ai marchigiani.

A fine quarto gli estensi prima trovano il pareggio poi il più tre, prima con Molinaro dalla lunetta, poi con Calò con il canestro sulla sirena. 22 a 19 dopo i primi 10 minuti.

Montegranaro spinge subito a inizio secondo quarto ma lo sforzo difensivo della Bondi trova finalmente riscontri anche in attacco e Campbell con due triple consente a Ferrara di rimanere con la testa avanti.

Corbett poi si prende la scena caricando sulle spalle i suoi e dettando il ritmo. Guidati dal loro talento i marchigiani tornano sopra ma la Bondi continua a dare battaglia e la tripla sulla sirena di Ganeto riduce lo scarto a soli due punti e chiude il primo tempo sul punteggio di 42 a 44.

Negri e Panni si scambiano triple alla ripresa e il numero 21 della Bondi continua il buona avvio di quarto segnando 8 punti in fila. La coppia Swann-Campbell sale in cattedra e permette ai bianco azzurri di agguantare la parità a quota 58.

Continua l’equilibrio tra le due squadre che si rispondono colpo su colpo alternandosi alla guida della partita. Amoroso manda in archivio la terza frazione con una tripla e si va all’ultimo mini-riposo sul +4 Montegranaro.

La Bondi rimane attaccata alla partita ma non riesce mai a dare la zampata decisiva per passare in vantaggio e i marchigiani trovano ancora una volta Amoroso oltre l’arco che non fallisce per il +5.

Campbell traina Ferrara ma un fallo tecnico sanzionato a Calò compromette le speranze dei padroni di casa e la XL Extralight si prende sette punti di margine.

Di cuore la Bondi si rimette in sella e a meno di un minuto dalla fine Panni firma il meno due. Amoroso fallisce due occasioni di chiudere la partita e Swann riesce a pattarla a quota 85 rimandando il verdetto all’overtime.

Corbett con intenzione di chiudere in fretta la pratica segna 4 punti in fila ma anche questa volta non basta a domare la Bondi che riagguanta gli avversari e pesca il quinto fallo di Simmons.

Nell’ultimo minuto Montegranaro sorpassa e chiude la gara con due liberi di Amoroso. La Bondi lotta ma cede 95 a 99 sfiorando l’impresa e rimanendo ferma all’ultimo posto in classifica.

 

 

Matteo Bellinazzi

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy