Cookie Policy

Simone Zaza: “Vincere con il Catania ci darebbe una grande spinta dal punto di vista mentale”

by • 14 Marzo 2014 • NeroVerdeComments (0)1529

 

 

Voglio riscattarmi, all’andata sono stato poco intelligente in quell’occasione, avrei dovuto fare gol o in alternativa potevo lasciarmi cadere dopo il contatto perchè così l’arbitro avrebbe fischiato rigore: vorrei poterci riprovare, perchè mi è rimasto un po’ in gola“. Simone Zaza, di nuovo a disposizione dopo aver scontato il turno di squalifica, ha L'occasione di Zaza (foto Vignoli)ancora ben impressa nella mente la grande opportunità capitatagli nei minuti finali della sfida del “Massimino” e con l’aria umile ma ambiziosa di chi sa di dover rispondere sul campo a suon di gol ,  suona la carica ai compagni, ma soprattutto a se stesso, in vista della fondamentale sfida salvezza di domenica: ” E’ vero che contro il Bologna non abbiamo preso gol e questo è un aspetto che va a nostro favore, ma è pur vero che per vincere le partite bisogna fare gol, io personalmente è da un po’ di tempo che non segno ( dalla partita del 1°dicembre in quel di Cagliari, ndr) però penso che comunque con questo modulo (4-3-3 ndr) ed il ritorno del mister avremo più occasioni durante la partita e spero almeno personalmente di fare gol domenica o comunque se non sarò io mi auguro che qualcun’altro porti i 3 punti al Sassuolo“. Proprio a proposito del ritorno del “mister” il numero 10 neroverde, come già affermato in settimana dal compagno Lorenzo Ariaudo, è convinto del fatto che  Difra abbia riportato serenità a tutto il gruppo: ” Anche quando il mister andò via ci furono molte persone tristi, diversi giocatori che c’erano rimasti male, pur capendo la situazione. Sicuramente con Di Francesco c’è più serenità. E’ una persona che conosce bene l’ambiente, i giocatori stessi, per cui c’è più tranquillità per poter far bene“.
La gara di domenica contro gli etnei influirà molto sul proseguo del cammino degli emiliani, desiderosi prima di tutto di scrollarsi Zaza e Magnanelli (www.sassuolocalcio.it)dall’ultimo posto in graduatoria: ” Diciamo che da qui alla fine ci saranno undici finali, è anche vero che quella di domenica è una delle più importanti, perchè è uno scontro diretto e se dovessimo vincere sarebbe una spinta molto forte per la salvezza, soprattutto dal punto di vista mentale. Non so che partità sarà, so però che giochiamo in casa noi, perciò dovremo cercare di fare la gara, ma a prescindere da questo dobbiamo assolutamente cercare di vincere, perchè secondo me abbiamo la possibilità di farlo“. In settimana Zaza ha partecipato allo stage della Nazionale voluto dal ct Cesare Prandelli, ma archiviata l’esperienza e l’orgoglio di averne fatto parte, l’attaccante di Policoro ha la testa rivolta solamente ai colori neroverdi: “E’ stata una bella soddisfazione, però mantengo molto i piedi per terra: è stata una bella esperienza però adesso sono concentrato sulla salvezza“.
Al di là del ritorno al 4-3-3 l’ex centravanti dell’Ascoli ha le idee chiare sul fatto che per raggiungere l’obiettivo prefissato non basta il cambio di modulo:” Secondo me l’aspetto tattico conta fino ad un certo punto, perchè è vero che conosciamo bene i movimenti che ci chiede il mister visto che è da inizio anno che li proviamo, però ci vuole la grinta, la cattiveria giusta e la fame di vincere. ”
Alla fine Simone si lascia andare ad un siparietto che lascia trapelare la serenità ed ambizione di cui sopra:”Cosa dire a quelli che mi hanno al fantacalcio? Mi hanno detto che prendo sempre mezzo punto in meno perchè vengo ammonito (ride), perciò starò più attento. Se fossi io ad avermi, domenica mi schiererei“.

 

Marco Frigieri    Foto in evidenza: concretamentesassuolo.it;    Foto nell’articolo: sassuolocalcio.it

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy