Cookie Policy

Una sfortunata Suzzara cade nel finale contro Casalgrande

by • 30 Novembre 2018 • Prima Divisione, TimeOutComments (0)109

Campionato di Prima Divisione, girone B

Virtus Casalgrande – Fenice Suzzara 53-52

(16-11, 20-23, 32-38)

 

 

Virtus Casalgrande: Scalabrini 9, Rossi R., Rossi D. 6, Campa, Govi 6, Bucci, Paroli 8, Grazi 13, Talami 7, Oleari, Vecchi, Zanni 4. All.: Ferrari.

Fenice Suzzara: Cesi ne, Mbengue 3, Pecchini 3, Ghidini, Artoni 3, Rossi, Soliani 4, Tosi 5, Bagni 3, Alberini, Carnevali 8, Berni 23. All.: Menozzi, Ass.All.: Corradi.

Arbitri: Denti e Mussini.

 

 

Al palazzetto di Casalgrande arriva Fenice Suzzara, unica squadra fuori dalla provincia reggiana nel girone B del campionato di Prima Divisione. Gli ospiti scendono in campo con l’intenzione di fare una buona partita, tentando di vincere in un campo difficile come quello dei casalgrandesi; dall’altra parte, i padroni di casa tentano di difendere le mura amiche, fra le quali hanno sempre vinto nonostante alcune assenze.

Parte bene la Virtus, trovando ritmo in attacco grazie a buone penetrazioni che si rivelano efficaci. I padroni di casa restituiscono però subito il favore agli avversari, lasciando troppo spazio a Berni, leader dei suzzaresi, che dall’arco è chirurgico e chiude il quarto mettendo la firma su 9 dei primi 11 punti dei suoi. Il secondo periodo vede la difesa della Virtus collassare proprio su Berni, lasciando però troppo spazio ai suoi compagni; questo consente agli ospiti di recuperare il parziale subito, per poi passare immediatamente in vantaggio. Dall’altra parte, i padroni di casa giocano un secondo quarto raccapricciante, in particolar modo in attacco, segnando solo 4 punti in 10 minuti.

Al rientro dall’intervallo, Suzzara tenta di dare lo strappo per indirizzare la partita verso la propria direzione, mettendo in campo una difesa aggressiva e fisicità in attacco. I padroni di casa accusano il colpo, ed in men che non si dica raggiungono le 12 lunghezze di svantaggio. A fine periodo, sul 27-38, 5 punti lampo di Talami consentono a Casalgrande di riavvicinarsi nel punteggio ed arrivare agli ultimi 10 minuti con sole 6 lunghezze di svantaggio. Il quarto periodo parte con Suzzara che tenta di resistere ai colpi di Casalgrande, che attacca il ferro con aggressività. La partita rimane combattuta, con gli ospiti che, nonostante le buone soluzioni dall’arco trovate da Tosi, Carnevali e Berni, faticano a tenere a distanza gli avversari, i quali ad un minuto dalla fine passano in vantaggio grazie ai tiri liberi messi a segno da Scalabrini. A 15 secondi dal termine, sul 51-50, Carnevali viene mandato in lunetta e segna, portando i suoi nuovamente avanti. Nell’ultima azione, Casalgrande manda al tiro Grazi che, dopo aver fallito un primo tentativo, riesce a prendere il rimbalzo e a segnare sul tap-in. Con 3 secondi da giocare, coach Menozzi chiama un timeout per disegnare una rimessa per il tiro della vittoria, che però non va a segno, facendo terminare dunque la partita sul 53-52.

Sospiro di sollievo per la Virtus Casalgrande, che riesce a spuntarla in una partita resa difficile dai diversi infortuni in rosa, difendendo così il fortino di casa; tanta sfortuna invece per Suzzara, che porta a casa una sconfitta immeritata dopo essere stata in vantaggio fino a pochi minuti dal termine della gara.

 

Fabio Talami

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy