Cookie Policy
Apolloni

Vigor Carpaneto-Modena, Apolloni: “Partita ostica, Duca può giocare dall’inizio”

by • 5 Gennaio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)42

Dopo aver chiuso il 2018 e il girone d’andata in testa alla classifica, a quota 38 punti (+3 sulla Pergolettese seconda), il Modena di mister Apolloni si appresta a tornare in campo, in seguito alla pausa natalizia, per sfidare, in trasferta, la Vigor Carpaneto, sesta in classifica e mai sconfitta sul proprio campo in questa stagione. Non l’avversario più adatto, in questo momento, per i canarini, che vengono da quattro pareggi consecutivi lontano dal Braglia, intervallati dalle vittorie casalinghe negli scontri diretti contro Reggio Audace e Pergolettese, ma che proveranno a iniziare con il piede giusto il girone di ritorno.

Queste le parole con cui il tecnico del Modena, Gigi Apolloni, ha presentato la gara in programma domenica (ore 14.30):

“Abbiamo approfittato della pausa per fare un periodo di carichi di lavoro. La squadra sta abbastanza bene, anche se qualcuno ha accusato questi carichi e ha rallentato il lavoro quotidiano. Ferretti e Loviso hanno accusato dei risentimenti muscolari e sono in dubbio per la gara di domani. Anche Cortinovis e Montella hanno avuto qualche problemino, ma si sono già riaggregati. Gozzi e Rabiu, invece, sono rientrati in gruppo dopo gli infortuni e sono pronti. Simone deve fare un ulteriore controllo, ma è a disposizione e sta bene.

Vigor Carpaneto? Quella di domani sarà una partita dura. La Vigor Carpaneto ha dimostrato già all’andata, al Braglia, di avere ottimi elementi e una personalità forte. Ha un bel gioco di squadra e elementi importanti in avanti, come Rantier. Anche a centrocampo ci sono giocatori di qualità. E’ una squadra ostica che ci darà sicuramente del filo da torcere; è, però, una squadra che ama giocare a calcio e non chiudersi solamente in difesa.

4-2-3-1? Può essere il modulo adatto per la gara di domenica, lo abbiamo provato in settimana. Abbiamo lavorato per contrapporci alla Vigor Carpaneto, ma anche loro avranno fatto lo stesso.

Campo piccolo? Non credo che ci possa creare delle difficoltà. Noi siamo abituati ad allenarci allo Zelocchi, che ha più o meno le stesse dimensioni. Un campo del genere ci può dare vantaggi e svantaggi. Dobbiamo evitare la loro pressione e mantenere corti e stretti i reparti.

Differenze di rendimento tra casa e trasferta? Sicuramente le condizioni di alcuni campi ci hanno creato dei problemi. In alcune gare, però, come quella contro il Sasso Marconi o quella contro il San Marino, meritavamo di vincere e ci è stato tolto qualcosa. Indubbiamente, ci sono anche nostre colpe: per esempio, dobbiamo essere più cinici e sfruttare meglio le occasioni che abbiamo. Nel girone d’andata abbiamo colpito tanti legni. Dobbiamo lavorare per migliorare le nostre mancanze.

Duca? Contro la Vigor Carpaneto potrebbe giocare dal primo minuto. E’ un giocatore che può fare la differenza in questa e in altre categorie, ma deve dare più continuità a quello che fa.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy