Cookie Policy

Virtus, la festa è doppia: celebrata la Champions, battuta Varese

by • 12 Maggio 2019 • evidenza, Virtus BolognaComments (0)44

Legabasket, Serie A – 30^ giornata

Virtus Segafredo Bologna – OpenJobMetis Varese 84-72

(17-19, 45-37, 67-59)

 

I Tabellini

Bologna: Punter 8, Martin 6, Moreira 11, Pajola 3, Taylor 17, Baldi Rossi 2, Cappelletti, Aradori (K) 10, Berti, M’Baye 15, Cournooh 3, Qvale 9.

All. Djordjevic

Varese: Archie 3, Avramovic 30, Gatto ne, Iannuzzi, Natali, Salumu 11, Scrubb 8, Verri ne, Tambone, Cain 10, Ferrero (K) 2, Moore 8.

All. Caja

Arbitri: Rossi M. (AR) – Weidmann L. (CB) – Galasso M. (SI)

Osservatore: Baldi R. (FM)

Segnapunti: Piomboni L. (RN)

Cronometrista: Donnici F. (FC)

24 Secondi: Zaniboni L. (BO)

Spettatori: 5000 ca.

 

12.05.2019, PalaDozza, Bologna (BO) – La festa, l’addio, l’emozione per la dedica della Coppa al Presidente Bucci, ma anche i tanti dubbi, le domande, gli assetti che già domattina saranno nei pensieri dei dirigenti bianconeri.

Campo: la Virtus batte nettamente Varese, messa sotto dal punto di vista fisico (domina a rimbalzo e nell’area biancorossa) e mentale, con il gioiellino Avramovic unico a brillare nella notte nera varesina, che con questa sconfitta rimane beffardamente fuori dalla griglia playoff (9° posto, si salva Avellino come 8^).

Una grande festa, con una Virtus che saluta il PalaDozza dopo una stagione travagliata, tenuta in vita dall’obiettivo Champions League: ora che l’obiettivo è centrato, e le vacanze sono alle porte, saranno i dirigenti a non doversi riposare: capire cosa non è andato, e soprattutto come porvi rimedio, è compito loro.

 

 

La cronaca

Varese spinge con Avramovic, 0 su 3 della Virtus dalla lunga distanza in 180 secondi; Moreria sblocca la Virtus a 6’30”, Cain viene sfidato da Moreria, tra i più attivi a rimbalzo per i bianconeri. Varese è molto aggressiva sui portatori di palla, costringendo la Virtus a ragionare con tanta pressione, pur esponendosi a mismatch evidenti. Ne approfitta M’Baye, che ben servito da Moreria fa 4 pari, prima che Moore dalla lunga riporti Varese sul +3; Taylor infila il -1, ma a metà quarto si infortuna Martin – dentro Aradori. Moore non sbaglia da 3, così come Aradori (9-10); bell’attacco di Scrubb, ma Qvale e Aradori danno la spinta giusta alla Virtus, che porta Caja al timeout sul 15-12 a 2’26″.

Avramovic prova a cambiare passo, ed è tutta sua la rimonta varesina: 7-0 del #4 e Varese in vantaggio di 2 punti (17-19 a 11”); rimessa di Pajola, ma lo stesso #6 sbaglia, così come Avramovic allo scadere.

Aradori parte in quarta (19-

19), ma è tutta la Virtus a girare meglio il pallone, con Moreira a finalizzare per il nuovo vantaggio bianconero; Avramovic è un killer dalla lunga distanza (21-22), Moore  è fortunato ad avere il possesso alternato, poiché il suo tiro si incastra fra tabellone e ferro – segue azione indolore per i bianconeri. Moore risponde a M’Baye (24-24), Moreira si guadagna la lunetta sgomitando con Cain (25-24 a 6’40”). Iannuzzi spinge troppo a rimbalzo, la Virtus ne approfitta con un solido Moreira (2 punti e stoppata) e va a +3; tanti palloni giocati con intelligenza dal #2 bianconero, e si rivede pure Taylor (30-24). Scrubb è troppo solo, forzato su un lato dalla difesa virtussina che recupera e trova Moreira (32-24); Avramovic tiene a contatto Varese (32-27), ma Punter attacca con convinzione e si conquista i liberi del 34-27 a 3’55”. Caja manda Tambone sulle piste di Taylor, ma è la schiacciata in solitaria di Cain a convinc

ere Djrodjevic della necessità di un timeout, con Varese ritornato sul 34-31. Moreira spreca dalla lunetta, per poi farsi perdonare a rimbalzo; Punter e Taylor tengono a distanza gli attacchi di Salumu e Avramovic (39-35 a 1’40”), Aradori con esperienza riscrive il +6 bianconero dalla lunetta. Cain e M’Baye si muovono bene in area (43-37), e proprio il #24 virtussino insacca il 45-37 a 20” dall’intervallo – timeout Caja. Ultimo possesso gestito da Moore, ma la Virtus rimane sul 45-37.

Partenza bomba di Varese: Archie e Avramovic (ventello a metà partita) fanno 45-42, seguiti da Salumu per il 48-45 a 8’; regolare la stoppata di Cain, che fa scadere i 24” e riconsegna il possesso a Varese, che con Avramovic va in lunetta: pareggio a quota 48. Bologna aggira bene la pressione varesina, trovando in Martin il finalizzatore per il 51-48 a 7’; ancora Martin in lunetta (52-48) e quando la Virtus riesce a correre Varese fatica a tamponare (55-48 a 6’20”). Salumu rilascia in ritmo il canestro del -4, ma Punter si sente ispirato e infila da lontano la tr

ipla; ancora Salumu per il 58-53, e Caja ributta Avramovic con 4’50”. Buona difesa di Bologna che obbliga Moore a un tiraccio, e con Cournooh si riporta in lunetta (1 su 2, +6 Virtus); Avramovic sbaglia in appoggio, mentre Taylor è bravo a prendere il tempo della difesa biancorossa: 61-53, massimo vantaggio Virtus a 3’37”. Avramovic non sbaglia nulla (61-56), Pajola trova Cournooh sulla linea di fondo, per poi perdere il manubrio e lanciare ancora Avramovic (63-58). E’ proprio il #6 bianconero a farsi perdonare con la tripla del +8 Virtus, seguito da Moreira (stoppatona), poi Scrubb perde palla e lucidità (tecnico e tiro libero concesso ad Aradori per il 67-58). La Virtus si gioca tutti i mismatch portati dai cambi sistematici varesini – Qvale 0 su 2 dalla lunetta; Cain viene mandato in lunetta da Pajola (1 su 2), e la tripla di Aradori non va, lasciando il punteggio invariato per 67-59.

Ancora la sfida Pajola-Tambone, con il #6 bianconero a commettere il proprio 3° personale; la Virtus lavora meglio a rimbalzo, Baldi Rossi non trova il canestro allo scadere dall’angolo, ma Cain pasticcia e riconsegna il possesso a Bologna, possesso su cui Qvale fa a spallate con Iannuzzi, segnando canestro e libero che vale il nuovo massimo vantaggio Virtus (70-59 a 8’). Tornano Avramovic e Moore per Varese, Taylor sostituisce Pajola, ma è Baldi Rossi a difendere bene sulla penetrazione biancorossa, conquistando un altro importante possesso; Avramovic sta bene sulle linee di passaggio, ed è su una rubata ad involarsi per il -10 Varese a 7’. Un sorprendente Qvale fiuta dove cadrà il rimbalzo (72-60), poi un paio di azioni confuse per parte, anche grazie ad un’intensità finalmente di livello; Aradori viene atterrato in area da Archie (antisportivo + tecnico): 74-60 e possesso Virtus a 5’14”. Ferrero fa -12, la tripla di M’Baye segna il 77-62, poi Cain ne segna 6 di fila e riporta Varese sul  -10. Punter è bravo con la skip per M’Baye, Scrubb non ci sta e segna il -11 a 2’25”; Moreira viene mandato in lunetta (2 su 2, 82-69 a 2’20”), ma è Taylor a schiacciare in contropiede il +15 Virtus. Arriva il trentello di Avramovic (84-70), ma sul quintuplo cambio di Djordjevic (dentro anche Berti e Cappelletti)

 

 

 

Lorenzo Gualandi

 

 

Iscriviti a TimeOut Basketball

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy