Privacy Policy

Virtus sbanca Torino e si candida ad una posizione nella griglia playoff!

by • 15 aprile 2018 • evidenza, TimeOut, Virtus BolognaComments (0)241

Serie A PosteMobile – 24^ giornata

Fiat Torino – Virtus Segafredo Bologna 65-67

I tabellini 

Torino: Blue, Garrett 7, Pelle 6, Vujacic 13, Poeta, Boungou 3, Washington 17, Mazzola 6, Tourè, Mittica, Stodo, Mbakwe 13, all. Galbiati.

Bologna: Gentile Alessandro, Chessari, Umeth, Pajola, Baldi Rossi 7, Ndoja 8, Lafayette 9, Aradori 12, Gentile S. 7, Lawson 18, Slaughter 4, all. Ramagli

Parziali: 22-16, 12-25, 13-10, 18-16

Torino parte fortissimo con la Virtus che fatica a difendere sui padroni di casa che riescono a segnare ben 9 punti in poco più di due minuti. La Segafredo inizia a tirare troppo ripetutamente da tre con percentuali molto basse: sbagliano Baldi Rossi, Aradori e Umeth. 10-0 di parziale per i padroni di casa, estremamente rapidi e cinici nelle transizioni offensive, necessario il minuto di Ramagli. Dopo un ulteriore palla persa offensiva ci pensa Lafayette a segnare dalla media per sbloccare la Segafredo dalla cifra 5. Dopo più di 5 minuti la Segafredo alza i giri del motore difensivo, riuscendo a segnare dall’altra parte del campo con la bomba di Aradori e due bei attacchi corali. Qualche palla persa di troppo per i padroni di casa, la Virtus riesce ad approfittarne ed è solo 22-16 nonostante la pessima partenza dei bianconeri.

 

Ottima partenza Segafredo nel secondo periodo con Lawson che entra nella gara a pieno titolo, con due punti dalla media e la successiva tripla che costringe Galbiati a chiamare minuto. Per Torino c’è Vujacic che prova a sparacchiare dalla lunga distanza, per la Segafredo invece c’è la tripla di capitan Ndoja che riporta la Virtus davanti. Dopo due sbagliati Vujavic ne segna due  dalla lunga distanza, la Virtus però ha davvero tanta pazienza e riesce a trovare le soluzioni più facili sotto il canestro. Per Torino dopo lo shock del sorpasso c’è Mbakwe che permette ai padroni di casa di rimanere attaccata alla Virtus. Si abbassano i ritmi di motori offensivi sul finale grazie all’intensità delle difese, degna di nota la grande pressione di Pajola. Sulla bomba di Lafayette che vale il +6 Virtus coach Galbiati deve assolutamente chiamare minuto per organizzare gli ultimi possessi. 34-41 il punteggio per una Virtus che dopo aver iniziato malissimo ha riportato la partita sui proprio binari.

 

Si ricomincia con i liberi di Mbakwe che sbloccano i padroni di casa mettendo fine al parziale di 8-0 dei bianconeri. Risponde Filippo Baldi Rossi che non vuole permettere ai padroni di casa di riavvicinarsi. Baldi Rossi in grande ritmo riesce anche a proporsi all’interno dell’area segnandone due da sotto canestro che costringono nuovamente coach Galbiati a fermare le danze sul +10 Segafredo. Torino rimane attaccata alla Virtus grazie alcuni buoni punti di Washington, Segafredo meno efficace, soprattutto dalla lunga distanza rispetto al periodo precedente. Tanti possessi in cui viene concretizzato poco da una parte e dall’altra fino alla tripla di Vujacic che vale il solo -4 Virtus. Segafredo paga l’indecisione di Pajola in attacco, Torino corre in contropiede riuscendo ad inchiodare con Pelle: vale il 7-0 di Torino e time.out Ramagli.

L’ultimo quarto incomincia con una pesantissima schiacciata di Washington che mette immediata pressione sulla Virtus coinvolgendo anche tutto il PalaRuffini, per i bianconeri riesce però a rispondere Slaughter. I padroni di casa rischiano poi di perdere un po’ l’inerzia della gara con un antisportivo di Blue su Pajola. Salgono in cattedra a questo punto Garrett che riesce a riportare i suoi sul -3 e Pietro Aradori 56-59 il punteggio al 35′ con la partita che per il grande peso specifico dei due punti diventa estremamente brutta, sporca e cattiva. Nella seconda metà del periodo la Virtus affretta un po’ troppo diversi tiri, rimanendo inchiodata su quota 59 per diversi minuti. Fortunatamente dall’altra parte del campo Vujacic continua a sparacchiare senza efficacia. Ci pensa Stefano Gentile a segnare la tripla tripla che sblocca i bianconeri. Risponde a tono Washington, sempre da 3. Ci pensa poi Lafayette con la tripla a riportare un po’ di distacco per i bianconeri. Washington e Garrett non mollano nulla, con Aradori invece che perde una palla sanguinosa a 48” dalla fine. Stesso risultato nella successiva azione con infrazione di campo. Sul +1 Virtus con 19” a disposizione Torino perde il pallone. La Virtus fa poi 1\2 ai liberi con Aradori riuscendo così a portare a casa la gara. 65-67 il punteggio finale.

 

Matteo Cremonini

 

foto: Virtus Segafredo Bologna

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy