Privacy Policy

La Virtus prima controlla… poi crolla in terra sarda!

by • 11 febbraio 2018 • TimeOut, Virtus BolognaComments (0)547

Serie A PosteMobile – 19^ giornata

Banco di Sardegna Sassari – Virtus Segafredo Bologna 82-74

 

I tabellini

Bologna: Gentile A. 19, Umeth 8, Pajola,  Baldi Rossi 5, Ndoja , Lafayette 8, Aradori 7, Gentile S. 13, Lawson 11, Slaughter 3, all. Ramagli.

Sassari: Spissu 3, Bostic 4, Bamforth 16, Planinic 10, Devecchi, Pierre 4, Jones 7, Stipcevic 6, Hathcer 17, Polonara 8, Picarelli, Tavernari 7, all. Pasquini

Arbitri: Rossi, Borgioni, Galasso

Parziali: 11-15, 14-23, 25-19, 32-17

 

La gara inizia con le due difese che hanno la meglio sugli attacchi e la Virtus che riesce a trovare un primo mini-allungo grazie a due palle recuperate con conseguenti contropiedi e punti facili. Sassari continua a giocarsi con scarsa efficacia la carta del tiro dalla lunga distanza con un pesante 0\5. La Segafredo non riesce a fare tanto meglio con tiri sbagliati sia da Aradori che da Baldi Rossi nell’attacco alla zona. Ottimo invece l’inizio di Alessandro Gentile con 4\5 dal campo: punteggio di 11-15 in una gara non troppo entusiasmante, soprattutto da un punto di vista tecnico e realizzativo.

Sassari offensivamente continua a disperdere un enorme numero di palloni, la Virtus non riesce a capitalizzare, complice qualche errore di troppo al tiro. Comunque grazie ai rimbalzi di Ndoja e ai diversi liberi tirati da Lawson la Segafredo si porta a 9 lunghezze di vantaggio. Nessun tiro dalla lunga distanza segnato da una parte e dall’altra dopo più di un quarto e mezzo: partita decisamente brutta in cui la Segafredo riesce però ad essere maggiormente efficace grazie a rimbalzi e capacità di recuperare le palle vaganti. Dopo pressoché 2 periodi senza canestro dalla lunga distanza botta e risposta di triple Bamforth-Lafayette. Sassari non riesce però a trovare la chiave per attaccare la difesa bianconera e la Segafredo è brava a correre e capitalizzare in contropiede. Secondo timeout Sassari sul +15 Virtus. Finale di periodo in cui degne di note sono il canestro con fallo di Alessandro Gentile nell’ultima azione bianconera ed il buzzer di Bamforth che fissa il punteggio sul 25-38 all’intervallo lungo.

Il secondo tempo inizia con la Segafredo che perde ben 3 palloni in pochi minuti, Sassari invece attacca bene l’area con Planinic riportandosi a -10. Time out immediato Ramagli. Si alzano le percentuali con le bombe di Umeth e Polonara. Sassari alza per la prima volta della gara i giri del motore con contropiede e altra bomba di Polonara. La Dinamo stringe anche le maglie difensive, soprattutto sui portatori di palla Virtus. A metà secondo tempo però coach Pasquini protesta veementemente per una infrazione di campo inesistente: viene così comminato il secondo tecnico e il coach dei padroni da casa viene mandato negli spogliatoi anzitempo. Per la Virtus invece ottimo Lawson sul finale del periodo, che viene ripetutamente servito nel pitturato conquistando punti sia dal campo, sia tirando liberi. 50-57 il punteggio al termine del terzo periodo.

Continua la rimonta del Banco di Sardegna che ne mette subito 4 in avvio con Jones e Bamforth. Senza Aradori, uscito per un problema muscolare a metà del terzo periodo la Segafredo fatica molto, sia in attacco, sia a rimbalzo difensivo: sono proprio gli extra-possessi a permettere ai padroni di casa di arrivare a contatto e sferzare il sorpasso con la tripla di Tavernari. Time out Ramagli. Il Banco di Sardegna continua a segnare dalla lunga distanza con la bomba di Hetcher, è +8 per i padroni di casa e timeout Ramagli a 4’ dalla fine. Nell’ultimo periodo la difesa Virtus cede totalmente con i padroni di casa che a 2 minuti dalla fine riescono a scappare sul +10. Due palle perse consegnano però alla Virtus un barlume di speranza, ma è nuovamente il rimbalzo offensivo di Tavernari a consegnare la partita a Sassari.

Ottima Virtus per due quarti, pessima nel terzo, non pervenuta nel quarto. C’è ancora tanto in termini di “stabilità” nell’arco dei 40 minuti da sistemare per la truppa di Ramagli, che non ha risposto positivamente all’esame di maturità su un campo difficile come quello di Sassari.

 

 

(foto: Dinamo Sassari Official: www.facebook.it/dinamosassariofficial)

Matteo Cremonini

 

 

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy