Cookie Policy

Virtus a trazione Taylor: sconfitta Brescia

by • 6 Gennaio 2019 • evidenza, TimeOut, Virtus BolognaComments (0)113

Serie A PosteMobile – 14^ giornata

Segafredo Virtus Bologna – Germani Basket Brescia 88-80

 

I tabellini 

Virtus: Punter 7, Martin 2, Pajola 2, Taylor 22, Baldi Rossi 3, Cappelletti 2, Kravic 14, Aradori 8, Berti, M’baye 14, Cournooh 4, Qvale 10, all. Sacripanti.

Brescia: Hamilton 13, Abass 8, Laquintana 9, Cunningham 16, Caroli, Mensah, Mika 11, Beverly 7, Zerini 4, Moss 2, Sacchetti 10, all. Diana

Parziali: 24-16, 42-34, 63-63

 

Unipol Arena ancora strapiena nella gara della Befana che vede contrapporsi Virtus Segafredo Bologna e Leonessa Brescia. Partita decisiva per una Virtus un in difficoltà dopo un periodo segnato da tanti infortuni ed alcune rivedibili partite. I due punti sono fondamentali per i bianconeri per poter ancora sperare nel raggiungimento delle Final Eight di Coppa Italia.

La gara inizia con entrambe le squadre che provano a cercare con insistenza i propri centri, per la Segafredo molto bene Qvale, per la Leonessa altrettanto in partita Beverly. Ritmi non altissimi, con la Virtus che riesce a controllare bene il proprio pitturato ed i rimbalzi difensivi, sfruttando i contropiedi concessi con Taylor. La Leonessa fatica molto a contenere i lunghi bianconeri, la Segafredo esegue bene i pick and roll il risultato è così un primo allungo a +9, complice anche una bella tripla di Aradori. Bene Cunningham dopo il time out di Diana, prima segna dalla media poi corre in contropiede per un mini parziale di 4-0 Brescia. Nota significativa per la Virtus sono i minuti concessi a Martin, reduce da un lunghissimo stop riesce a dare qualche minuto di buona intensità difensiva. Primo quarto con la Segafredo che non mette in campo basket spettacolo ma riesce ad essere solida ed attenta nei rimbalzi, nei liberi e nei palloni vaganti. 24-16 il punteggio del primo periodo.

Pessimo rientro in campo per la Virtus, con Taylor che perde due palloni nell’attaccare la zona di coach Diana. La Leonessa dal canto suo è più spigliata a correre in contropiede, rifacendosi sotto: immediato il time out Sacripanti. La Segafredo riesce ad attaccare con efficacia la zona, muovendo con pazienza la palla. In difesa però i bianconeri sono più morbidi subendo le uscite dai blocchi di Cunningham e Zerini nel pitturato. Con Cappelletti in campo la Virtus la Virtus fatica nuovamente a far muovere la palla: il risultato sono perse e contropiedi con Brescia nuovamente a -1. Nella seconda parte del quarto la gara diventa sicuramente non bella con tanti errori da una parte e dall’altra. La Virtus, in particolare, senza Taylor in campo fatica tantissimo ad attaccare con efficacia, in una serata in cui Punter è non pervenuto. Fortunatamente per la Virtus c’è Qvale che sotto canestro riesce a segnare tutto quello che gli passa tra le mani. La tripla sul finale del periodo di Punter e la successiva recuperata di Pajola valgono il 42-34 del primo tempo.

5-0 bruciante di Brescia con la Virtus che prova a giocarsi senza successo la carta del tiro da 3 con Punter e Aradori. Punter totalmente fuori partita: male al tiro, colpevole di un inutile fallo antisportivo che fortunatamente Brescia non sa sfruttare perdendo il pallone. Male la Virtus in difesa: la Leonessa con due punti e fallo riesce a trovare il primo vantaggio della gara, Segafredo un po’ spaesata, soprattutto in attacco dove trova soltanto le vane iniziative personali di Punter. Nel momento di maggior difficoltà Segafredo ci pensano però le triple di Taylor ed Aradori a riportare davanti i bianconeri, dall’altra parte del campo risponde un ottimo Abass. Si alzano i giri del motore dell’attacco virtussino grazie ai lunghi M’baye e Kravic, con Brescia che invece fatica contro la maggiore pressione difensiva. Pessima gestione dell’ultimo possesso da parte di Pajola, e con la bomba di Laquintana 63-63 il punteggio.

Bene Taylor in avvio dell’ultimo periodo con bomba e tre tiri liberi conquistati e segnati. Molto fastidiosi in difesa per i bresciani sia Martin che Kravic: la Germani riesce a trovare il canestro soltanto con un miracolo di Sacchetti. Per i padroni di casa sale in cattedra M’baye con due triple consecutive di altissimo peso specifico, Brescia non riesce a segnare e Taylor mettendo a sedere il proprio difensore in sottomano segna il +9 Virtus. Time out Diana sul 79-70. Virtus ancora a trazione Taylor, per la Germani invece il più pericoloso è Cunningham che però a 4′ dal termine commette il proprio 5 fallo. Sul +11 a più di 2′ dal termine la Virtus si addormenta smettendo di muovere palla in attacco, time out Sacripanti per evitare clamorosi rientri degli ospiti.  In effetti la Segafredo si chiude bene in difesa, sfrutta bene il bonus raggiunto attaccando il canestro con Taylor. La gara si chiude con la bomba di Taylor ed il punteggio di 88-80.

Matteo Cremonini

 

foto: Virtus Pallacanestro Bologna

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy