Cookie Policy

VITTORIA PESANTE PER PIACENZA A SAN MARINO

by • 15 Novembre 2015 • Serie C Gold, TimeOutComments (0)670

 

Campionato di Pallacanestro Maschile Serie C Gold

ASSET Banca San Marino – Copra LPR Piacenza Basket Club 72-78

 

 

I tabellini

Asset: Frigoli 13; Gamberini 5; Macina 5; Polverelli 2; Gambi; Borello; Ravaioli 9; Zannoni 19; Balestri 2; Pasolini; Caronna 17 . All. Foschi

Piacenza: Verri 20; Galli 16; Degrada 16; Pirolo; Inzani; Livelli; Gorla 11; Tagliabue 6; Petrov; Merchant 9; Betti. All. Galli

Parziali: 21-16; 35-39; 59-57; 72-78

 

 

 

asset piacenzaIl Piacenza Basket Club deve affrontare la trasferta più lunga del campionato in quel di San Marino. I padroni di casa dell’Asset Banca sono una formazione, come i ragazzi biancorossi, che si trova nei piani alti della classifica di Serie C Gold.

L’inizio partita è veemente da parte dei padroni di casa: Zannoni e Frigoli iniziano a macinare punti, ma ciò che impressiona di più è l’intensità della difesa di San Marino, che decide di togliere rifornimenti agli esterni piacentini.

Copra Elior LPR Piacenza Basket Club trova una risorsa notevole in Tagliabue, che con un 3/3 dal pitturato riesce a tenere lo svantaggio piacentino piuttosto ridotto. L’ingresso in campo di Galli, nelle fila del Piacenza Basket Club, porta una boccata di ossigeno puro, con 5 punti personali da parte del giovane esterno biancorosso.

Nelle fila dei Titans, invece, Zannoni e Caronna continuano a martellare, chiudendo il primo parziale con il vantaggio di San Marino per 21-16 al termine di un primo quarto di alta intensità.

Nel secondo quarto nelle fila dell’Asset Banca iniziano i primi cambi, mentre coach Galli da un attimo di respiro a Verri inserendo Pirolo al suo posto.

La tripla di Macina, in uscita dalla panchina per i Titans, fa aprire un piccolo solco tra le due compagini al 13′, con il parziale di 27-22.

Gorla continua a far sentire il suo apporto difensivo con diversi preziosi rimbalzi sotto le plance; dall’altro lato del campo, invece, le percentuali offensive non sono così buone.

Verri, appena rientrato in campo, trova una tripla fondamentale per mantenere il contatto per i ragazzi di coach Galli al 15′ dopo una scorribanda offensiva di Massari, partita con un rimbalzo difensivo e terminata con un bell’assist da parte del playmaker di Calendasco.

Copra Elior LPR Piacenza Basket Club fiuta l’avversario, seguendolo ormai davvero da vicino grazie a Galli, che con 3 punti personali porta il risultato sul 29-28 al 16′. L’uomo del sorpasso è Gorla; con la sua dinamicità riesce a catturare due rimbalzi offensivi in pochi secondi ed a realizzare 4 punti che valgono il 31-32 al 17′. La partita prosegue sui binari dell’equilibrio, i Titans e il Piacenza Basket Club si scambiano come pugili colpi e risposte sotto i colpi di Polverelli da una parte, di Verri dall’altra. Il secondo quarto si chiude con Piacenza avanti di 4 lunghezze. 35-39.

Il rientro in campo dagli spogliatoi vede i Titans di San Marino partire decisamente meglio. Gli assist di Ravaioli per Caronna consentono in un batter d’occhio ai padroni di casa di tornare in parità. 39-39.

Piacenza attraversa un momento complesso, il palazzetto di casa spinge l’Asset Banca Basket San Marino e i padroni di casa ribaltano nuovamente il parziale, al 23′, sul 43-39 grazie a Zannoni. Copra Elior LPR Piacenza Basket Club concede in questi minuti troppo a rimbalzo offensivo ai padroni di casa; piove sul bagnato quando a Tagliabue viene fischiato il 3° fallo personale in poco meno di 4′ dall’inizio del 3° periodo.

Coach Galli decide di abbassare il quintetto, inserendo la vivacità ed il talento dell’omonimo Milo Galli; i ritmi si alzano nuovamente, ma è Merchant, dopo un primo tempo abbastanza complesso, a trovare la via del pareggio al 25′. Subito dopo, è proprio Milo Galli a dare il nuovo vantaggio a Piacenza. 47-49.

Le due squadre danno vita a minuti di continui ribaltamenti e colpi di scena, scambiandosi canestri di buona fattura. I Titans riescono tuttavia sul finire del 3° periodo ad andare regolarmente in lunetta, con Zannoni e Frigoli freddi a realizzare i canestri per il 59-57 conclusivo.

Un ultimo parziale che inizia con una situazione strana per i padroni di casa, che mai in questo campionato avevano concesso più di 60 punti a un’avversaria. Il Piacenza Basket Club, al termine del 3° parziale, si trova a 57, ma nonostante questo i Titans di San Marino dimostrano una solidità complessiva di assoluto spessore per la categoria.

Copra Elior LPR Piacenza Basket Club inizia l’ultimo periodo serrando le maglie in difesa e costringendo San Marino all’infrazione di 24”. Degrada e Verri mettono la freccia, superando al 33′ sul 59-63.

I nomi per il primo allungo pesante di Piacenza sono sempre gli stessi: con una tripla a testa, Degrada e Verri portano i ragazzi di coach Galli sul 62-69. L’ondata biancorossa travolge il Multieventi Sport Domus di San Marino, costringendo coach Foschi a chiamare il time out pieno sul 64-71.

La partita sembra sfuggire di mano all’Asset Banca Basket San Marino Titans, con il Piacenza Basket Club che arriva alla doppia cifra di vantaggio grazie a Degrada. 66-76. Caronna, per i padroni di casa, è l’ultimo ad arrendersi, e prova a ricucire lo svantaggio a 2 possessi pieni a al 39′.

E’ Galli, nelle fila biancorosse, a segnare il difficile canestro che porta il Piacenza Basket Club a distanza di sicurezza. Coach Foschi chiama un time out per provare le ultime residue chances, ma il risultato non cambia. Vince il Piacenza Basket Club.  72-78.

 

Andrea Fanzini

immagine: Piacenza Basket Club

 

Clicca su TimeOut & TimeOut Nba e diventa fan della pagina su Facebook

 

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy