Cookie Policy
casalmaggiore 2018-2019

Vittoria sfiorata dai Thunder Casalmaggiore

by • 3 Febbraio 2019 • Serie C Silver, TimeOutComments (0)75

Serie C Silver

E’PIU’ THUNDER CASALMAGGIORE – BOTTANUCO: 69-70

(15-22, 33-42, 51-51, 59-59)

 

E’PIU’ THUNDER CASALMAGGIORE: MANGIAPANE 15, ZERBINI 14, ANTOZZI 8, FORNARI 2, ANTWI, MARLETTA, MARCHINI 13, DONZELLI 1, OSURU 4, FRILLI 12. All: VENCATO-SETTI

BOTTANUCO: MARCHESI 4, ZANCHETTA 4, BUSCHI 24, DE GAETANO, PISONI 3, BENASSI 14, SALA 7, PERDON, GHISLANDI 14, VEBER. All: REDAELLI

Arbitri: Orlandi, Lonati

 

La tripla di Ghislandi sulla sirena dell’overtime dà la vittoria a Bottanuco e l’ennesima sconfitta stagionale per Casalmaggiore. Si può imprecare alla mala sorte ma se si analizza a fondo la gara si vede che il nervosismo dei biancoblu l’ha fatta da padrone nei primi due quarti: continue proteste su falli presunti non fischiati portano a 3 tecnici che gli ospiti capitalizzano con 3 liberi e tentativi forzati di penetrare contro la difesa a zona schierata che portano a numerose palle perse costano il gap della doppia cifra. Sono però le triple di Mangiapane, Zerbini e Frilli a permettere di chiudere a -9 la prima parte di gara. Al rientro dagli spogliatoi l’E’Più è cambiata: in men che non si dica lo svantaggio è dimezzato e addirittura gli ospiti sono agganciati sul finire di parziale. La rimonta è completata e nei primi minuti dell’ultimo quarto c’è il sorpasso che arriva a toccare il +6, sul 58-52. A questo punto però l’attacco s’inceppa e la difesa fa quel che può: Bottanuco pareggia sul finale ma concede l’ultima azione a Casalmaggiore che però spreca; invece che tentare di entrare tra le maglie della difesa con possibilità di avere i liberi a tempo praticamente scaduto si tenta la conclusione dalla lunga che s’infrange sul ferro e sirena finale che sancisce l’overtime. Occasione sprecata. I 5 minuti supplementari sono un susseguirsi di emozioni: sorpassi e controsorpassi. Casalmaggiore è sotto di 2 per un appoggio da sotto di Benassi, ma con 2 minuti sul cronometro lo spazio per recuperare c’è; ed infatti Marchini piazza la tripla del 66-65. Ghislandi trova i 2 punti per il +1 ma ancora una tripla, questa volta di Zerbini dà il + 2, 69-67. Bottanuco attacca ma la difesa tiene e col cronometro a 27 secondi e palla in mano la vittoria è ad un passo. La gestione del possesso è scellerata: invece che arrivare allo scadere dei 24 e tentare il tiro allo scadere, invece che provare ad entrare e cercare il fallo allo scadere, invece che far morire la palla in mano e lasciare agli ospiti solo 3 secondi per la rimessa, si prova il tiro da 3 dall’angolo che s’infrange sul ferro permettendo a Bottanuco di recuperare palla a rimbalzo e servire Ghislandi che in transizione piazza la tripla che sulla sirena brucia la retina. Un vero e proprio suicidio che speriamo non affossi il morale dei Thuinder. Mancano 11 partite alla fine del girone. 11 finali da non sbagliare perchè il tempo dei regali è ormai finito da un pezzo.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy