Cookie Policy
cus parma 2017-2018 official new

Vittoria sofferta per la capolista CUS Parma

by • 17 Febbraio 2019 • Promozione, TimeOutComments (0)79

Promozione

ASD GAZZE CANOSSA – CUS PARMA 72-83

(17-15; 14-23; 22-16; 19-29)

 

ASD GAZZE CANOSSA: Franzini 5, Fantuzzi 5, Bigliardi 12, Guatteri 4, Ferretti 2 Maggiali 20, Tubertini ,
Fontanesi 24, Pignedoli n,e. All.re Brevini

CUS Parma: Manuto 6; Pattini (K) 4; Franchini 9; Schianchi 3; Parizzi F. 14; Carretta 14; Petiziol 8; Lezzerini 11;
Cornacchione 12; Chezzi 2. All.re: Marcucci

Arbitri: Boccia Mussini

 

l Cus Parma mantiene la vetta della classifica, sconfiggendo una tenace Gazze Canossa che nonostante la
grande emergenza (assenti i veterani Salati, Bizzocchi e Pezzi), combatte fino alla fine contro la corazzata
parmense. Inizio di partita in cui gli ospiti fanno subito capire che non hanno alcuna intenzione di scherzare
e cominciano a bombardare il canestro avversario da 3 punti; dal canto loro i padroni di casa, con i soliti
Maggiali e Fontanesi, rimangono in scia fino a ridurre il gap e mettere la freccia sul finire del primo quarto.
Nel secondo periodo il Cus piazza un primo break; coach Marcucci schiera i suoi a zona, scelta che manda in
crisi l’attacco granata che fatica anche a rientrare in difesa. Parizzi ne approfitta e piazza tre bombe di fila a
cui si aggiunge quella di Cornacchione del +11. Maggiali, ancora lui, accorcia per chiudere il quarto sotto di
7 lunghezze. Al rientro in campo, le Gazze aumentano l’intensità difensiva e riescono a correre in
contropiede. Gli avversari s’innervosiscono per alcune fischiate arbitrali e Bigliardi, con l’unica bomba della
sua gara, riporta in vantaggio i suoi. Un sorpasso che dura pochi istanti perché Cornacchione piazza il
buzzer beater da 8 metri: una bomba che risulta essere devastante per i ragazzi di coach Brevini che da
questo momento in poi, perdono d’intensità difensiva e lucidità in attacco, affidandosi solo a soluzioni
individuali. Petiziol, per gli ospiti, con l’ennesima bomba (saranno 15 triple per loro alla fine) e Lezzerini,
fino a quel momento impalpabile, danno un’altra, decisiva, spallata ai locali. Ci prova Fontanesi nel finale,
ma è troppo tardi e i suoi canestri servono solo per aggiustare i tabellini. Finisce 72-83.
MVP: Fontanesi

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy