Cookie Policy

Ostenda regge un quarto, ma poi c’è solo Virtus. Seconda vittoria in Basketball Champions League.

by • 17 Ottobre 2018 • evidenza, TimeOut, Virtus BolognaComments (0)448

Basketball Champions League – 2^ giornata

Segafredo Virtus Bologna – Filou Oostende 89-60

 

I tabellini 

Virtus: Punter 11, Martin 5, Pajola 4, Taylor 3, Baldi Rossi 3, Cappelletti 6, Kravic 6, Aradori 10, Berti 4, M’baye 14, Cournooh 8, Qvale 15, All. Sacripanti

Neptunas: Williams ne, Lambrecht 4, Lasisi 7, Schwartz 2, Buza ne, Mwema 7, Desiron 10, Djordjevic 6, Kesteloot 5, Fieler 5, Maric 6, Djurisic 8, All. Gjergja

Parziali: 21-22, 43-25, 70-39, 89-60

 

Virtus per la terza volta in campo amico nel giro di 7 giorni. Dopo la sconfitta a testa alta di domenica le Vunere questa sera ospitano i belgi dell’Ostenda.

Inizio di partita concitato con entrambe le squadre che attaccano il canestro. La Virtus trova Qvale nel pitturato e riesce a contenere l’attacco dell’Ostenda, anch’essa aggressiva. A 6 minuti entrambe le squadre trovano le prime soluzioni in penetrazione. Punter si presenta ai Belgi con una tripla mentre gli ospiti insistono con soluzioni vicino a  canestro. Ci pensano un piazzato di M’baye e un recupero di Pajola a caricare la Virtus che trova il vantaggio del +3 a 4’ e 29. I bianconeri però non riescono a contenere le penetrazioni di Djorjevic che si fa spazio nell’area avversaria. Difese dunque aggressive da ambo le parti, volte a limitare le penetrazioni. La Virtus soffre ma ritrova fiducia con un Pajola che attacca il ferro e segna con fallo allo scadere. Dopo 10 minuti, i bianconeri inseguono i fiamminghi per una lunghezza.

Secondo quarto che comincia con la stessa intensità al netto di qualche errore. La Virtus fa girare la palla e trova Martin dall’angolo da tre punti conquistando il vantaggio del +2. Inizia dunque la striscia positiva di canestri virtussini. Continua la circolazione di palla che porta ad un altro scarico da tre realizzato da Baldi Rossi seguito dalla penetrazione di Kravic. Ostenda cerca di far fronte alla aggressiva difesa felsinea cercando il canestro, conquistando falli che iniziano ad essere un problema per coach Sacripanti. Compensano l’entrata di Martin e l’alley-oop di Taylor per Kravic che portano ad un break di 12-0 e timeout Ostenda. Entra in partita anche David Cournooh con due  delle sue triple (alle quali ci sta abituando) che valgono ai  felsinei il +14 . La difesa soffocante virtussina limita a 3 i punti ospiti, mentre incalzano i bianconeri con il tiro dalla media di Mbaye e i liberi del neo entrato Cappelletti . Massimo vantaggio bolognese che vale il + 18 e chiude il primo tempo. Virtus organizzata e pressante mentre una Ostende che ha un repertorio limitato in attacco che frutta solo 3 punti nel secondo quarto.

Bianconeri che rientrano dagli spogliatoi cavalcando l’intensità, trovando Qvale da sotto e la stoppata di M’baye. Le triple di Taylor e dello stesso Mbaye portano a + 23 i ragazzi di Pino Sancripanti. Allo stesso tempo la difesa perimetrale belga permette di poter sfruttare l’asse play centro. Standing ovation per Kelvin Martin, motore in fase difensiva La Virtus si affida a Punter dal perimetro mentre la difesa asfissiante permette a Pajola di recuperare in contropiede e segnare. Partita dunque totalmente in controllo delle Vunere che riescono a capitalizzare e portarsi a a +31

Ultima frazione di gioco che vede ancora la Virtus padrona del campo. Aradori a guidare l’attacco Virtus inventando tiri dal suo repertorio. Dato l’abbondante vantaggio, Sacripanti decide dare spazio al reparto giovanile (nonché riposo ai titolari) schierando Berti, Cappelletti e Pajola. L’intensità non cala e porta le matricole italiane a fare bella figura davanti al pubblico di casa con 4 punti di Cappelletti e 4 di Berti. La curva canta, la Virtus gioisce e intasca una vittoria meritata, dando la possibilità a tutti di mettersi alla prova. Prossimi appuntamenti in trasferta sono Avellino domenica 21 e Lubjana mercoledì 24.

 

Giulio Garofalo

foto: Virtus Pallacanestro Bologna

 

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy