Privacy Policy
Modena Vicenza

Resta lo ‘zero’ in classifica. E’ un buon Modena, ma vince il Vicenza

by • 4 settembre 2017 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)377

PROSEGUE la maledizione delle prime due giornate per il Modena. Per il quinto anno consecutivo, infatti, i canarini aprono il proprio campionato senza vittorie. Per gli amanti delle statistiche, l’ultimo successo gialloblù in avvio di torneo risale al primo settembre del 2012, quando un gol di Stanco fu sufficiente per espugnare il campo della Ternana alla seconda giornata. Mettendo da parte il passato e le statistiche, c’è da dire che il 2-1 a favore del Vicenza è un risultato che non rispecchia l’andamento del match. Un match che ha visto il Modena capace di giocarsela alla pari contro una squadra che, sulla carta, è tra le favorite per la promozione in serie B. La squadra di Capuano, passata immediatamente in vantaggio sul campo ‘Morgagni’ di Forlì grazie ad un gran gol di Maritato, è stata punita dai calci piazzati: un corner ed un rigore, infatti, hanno permesso ai biancorossi di ribaltare la gara e di portarsi a punteggio pieno.

LE SCELTE – Il tecnico di Pescopagano, squalificato fino al 15 settembre e sostituito in panchina dal vice Padovano, getta subito nella mischia gli ultimi arrivati. Sosa, Carraro e Maritato, giunti sotto la Ghirlandina nelle ore conclusive del mercato, partono infatti dal primo minuto nel 3-5-2 di Capuano. Il primo va a fare il terzo di destra in una difesa completata da Polverini e Solini, a protezione dell’estremo difensore Manfredini. Al secondo è affidato il ruolo di playmaker, in un centrocampo completato dalle mezzali Giorno e Capellini e dagli esterni Calapai e Popescu. Il terzo va a formare la coppia offensiva insieme a Galoppini. In totale sono ben otto su undici i giocatori acquisiti nel mercato estivo e schierati titolari in questa partita. Il Vicenza di mister Colombo risponde con un 4-3-3, nel quale il trio d’attacco è formato dall’ex Nicola Ferrari e dagli esterni De Giorgio e Giacomelli. Al centro della difesa un altro ex, Luca Milesi, autore di una seconda metà di campionato più che positiva tra gennaio e maggio.

SUPER MARITATO, MA NON BASTA –Pronti, via e il Modena passa subito il vantaggio. Piergiuseppe Maritato, altro ex di turno, impiega poco più di 180 secondi per trovare il gol al suo esordio con la maglia gialloblù. Al quarto minuto l’attaccante cresciuto nelle giovanili della Juventus alza il pallone in area di rigore e, con una meravigliosa girata al volo, deposita il pallone nei pressi del set. E’ un gol stupendo, che vale l’1-0. Il Vicenza prova a reagire, ma le conclusioni di Ferrari (8′) e Alini (13′) non impensieriscono Manfredini. Continua a rendersi pericoloso Maritato, con un tiro che termina fuori di poco al 16′. E’ un ottimo Modena, che in avvio di gara ha la meglio sui veneti soprattutto grazie ad un centrocampo capace di rubar palloni e creare giocate interessanti. E proprio un centrocampista ha una chance al 23′: Capellini è bravissimo a liberarsi dell’avversario con un doppio passo e ad entrare in area, ma la sua conclusione è respinta coi piedi da Valentini. I biancorossi vanno vicini al pari su calcio piazzato, quando un’insidiosa punizione di Giacomelli (30′) termina vicinissima al palo. E’ un primo tempo godibile, con più occasioni da rete. E’ ghiottissima quella non sfruttata dai canarini al minuto 37: cross di Popescu dalla sinistra, smanaccia Valentini, che poi è bravissimo ad opporsi a Maritato, ma non è finita, perché il pallone arriva sui piedi di Giorno, che però spreca, mandando a lato da ottima posizione. Gol sbagliato, gol subito. Al 43′, infatti, il Vicenza trova il pari: sul terzo calcio d’angolo calciato da Giacomelli nel giro di un minuto, Malomo salta più in alto di tutti e permette ai suoi di chiudere la prima frazione sulla 1-1.

ZERO IN CLASSIFICA, ORA IL DERBY – Nella ripresa, dopo una manciata di minuti, Capuano sfrutta la nuova regola che permette cinque sostituzioni e ne fa subito tre, una per reparto: dentro Ambrosini per Solini, Remedi per Giorno e Persano per Galuppini. All’ora di gioco pericolosi i biancorossi: Sosa è autore di un grandissimo salvataggio sulla conclusione di De Giorgio. Sul seguente angolo, però, il direttore di gara vede una trattenuta in area e fischia il penalty. Sul dischetto va lo stesso De Giorgio, che spiazza Manfredini. Al 63′ il punteggio dice 1-2. Il tecnico canarino prova a cambiare qualcosa a metà ripresa, con una sostituzione volta ad avere una squadra più offensiva: entra Louzada, esce Carraro. Gli ultimi venti minuti del match si giocano quasi esclusivamente nella metà campo dei veneti, ma la mole offensiva di gioco prodotta dai gialli non porta gli effetti sperati: l’unica chance degna di nota è un colpo di testa di Persano (79′), che però non crea problemi a Valentini. Rimane così lo ‘zero’ in classifica per il Modena, che però può tornare a casa da Forlì con la consapevolezza di essere in crescita e di aver messo in seria difficoltà una signora squadra come il Vicenza. Ora testa al derby: lunedì prossimo, infatti, al Mapei Stadium è in programma il derby con la Reggiana.

MODENA-VICENZA 1-2

RETI: 4′ Maritato (M), 43′ Malomo (V), 63′ rig. De Giorgio (V)

MODENA (3-5-2): Manfredini; Sosa, Polverini, Solini (53′ Ambrosini); Calapai, Giorno (53′ Remedi), Carraro (67′ Louzada), Capellini, Popescu; Maritato, Galuppini (53′ Persano). A disposizione: Chiriac, Minarini, Aldrovandi, Castagna, Arcaleni, Badjie, Garofalo, Momentè. All. Giuseppe Padovano (Capuano squalificato).

VICENZA (4-3-3): Valentini; Malomo, Crescenzi, Milesi, Giraudo; Bangu (59′ Salifu), Romizi, Alimi; De Giorgio (87′ Lanini), Ferrari (66′ Comi), Giacomelli (59′ Di Molfetta). A disposizione: Fortunato, Costa, Magri, Viola, Turi, Tassi. All. Alberto Colombo.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta (Assistenti: Cartaino e Vono)

NOTE: Gara disputata allo stadio ‘Morgagni’ di Forlì a causa dell’indisponibilità del ‘Braglia’. Ammoniti: Galuppini (M), Romizi (V), Solini (M), Ambrosini (M), Capellini (M). Allontanato al 93′ il tecnico Padovano (M) per proteste.

 

Riccardo Corradini

 

Foto: modenafc.net

 

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone
©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy